MySutivan

a place to return

BRAČ

 

L'isola di Brač è veramente un pezzo di paradiso sulla terra; dalla famosissima spiaggia Corno d'Oro (Zlatni rat) a Bol al mistico Eremo di Blaca, Brač offre tanto di più che soltanto il sole, il mare e le solite attrazioni turistiche. È un'isola che ha un'anima, un posto vivace e tranquillo nello stesso tempo. Essendo una delle isole più soleggiate della Croazia, è il posto perfetto per godere il sole, ma, non dimenticate di visitare anche la sua montagna più alta, Vidova gora (778), dalla quale si ammira la vista delle numerose spiaggie adatte a tutti tipi di bagnanti e delle isole circostanti. Da non perdere sono anche Kameni most (Il Ponte di Pietra), Lovrečina, la grotta di Kopačina, la Grotta del Drago (Zmajeva spilja) e il Museo dell'isola di Brač a Škrip.

 

La gastronomia dell'isola di Brač è molto ricca e la vita nottura ha qualcosa da offrire per tutti i gusti.

 

 

IL CORNO D'ORO

Il Corno d'Oro è probabilmente la spiaggia più famosa dell'Adriatico e si trova a Bol, a sud dell'isola. Ha una forma molto particolare ed è uno dei simboli della costa croata. Si tratta di un corno o una punta di ciottoli che si estende per circa 1000 metri, circondato dal mare cristallino. Una curiosità che riguarda questa spiaggia è che la sua forma e la posizione cambiano a seconda del tipo di vento. Siccome il Corno d'Oro si estende proprio nella parte più stretta del canale di Hvar, la sua posizione e la struttura funzionano come un tipo di rafforzativo di tutti i venti provenienti da Ovest, da Nord Ovest e da Sud Ovest. Per questo motivo, il Corno d'Oro è ideale per lo windsurfing.

 

brac-zlatni-rat

 

L'EREMO DI BLACA

L'Eremo di Blaca, una volta il monastero dei padri glagoliti e più tardi anche un osservatorio astronomico, è situato su una piccola piattaforma sotto ad una scogliera, sulla pendenza orientale di una valle sul lato sud dell'isola, tra Milna e Bol. Il nome 'Blaca' trova probabilmente il suo origine nella parola 'blato' (fango), che viene creato da un torrente in occasioni di forti pioggie. Il nome di Blaca è citato fin dall'anno 1305. Oggi si tratta di un monumento di grande importanza per l'isola di Brač. Inizialmente gli eremiti si sono stabiliti in una delle numerose grotte e col tempo hanno aggiunto camere al pianterreno per diversi utilizzi (cucina, cantina, forno, ecc.).Nei tempi particolarmente prosperosi, sono stati costruiti anche altri edifici a più piani. Nel 1588 è stata costruita una chiesa in stile rinascimentale, ampliata nel secolo successivo. Nella chiesa si possono vedere tre lavorazioni barocche e nel monastero i dipinti della scuola veneta del XVII secolo.

 

rsz brac-pustinja-blaca-30x20

 

LA MONTAGNA VIDOVA GORA

La cima Vidova gora (778m) è la più alta dell'isola di Brač ma anche di tutte le isole dell'Adriatico. La cima offre una bellissima vista su Bol, sulla spiaggia Corno d'Oro e sull'isola di Hvar. Si trova a Sud dell'isola, vicino a Bol. Il nome 'Vidova gora' deriva da 'Svantevid', il nome di uno degli dei slavi, ma dopo la cristianizzazione dei croati, il nome viene attribuito a San Vid. La cima è accessibile anche per le macchine; si può raggiungere seguendo la strada indicata sulla strada statale D113, tra Nerežišća e Pražnice. Si può raggiungere facilmente anche a piedi seguendo un percorso non troppo ripido. Sulla cime potete trovare una croce e un pozzo.

 

rsz zlatni-rat-beach-vidova-gora

 

IL PONTE DI PIETRA-IL PONTE DI FRANCESCO GIUSEPPE

Il ponte di Francesco Giuseppe, come lo chiamano molti abitanti di Brač, venne costruito sulla cima del burrone Veliki dolac. Brač è oggi un'isola senza alcuna sorgente di acqua potabile, ma si suppone che qui un tempo scorresse il fiume Elafuza, o secondo altri Bretanida. Venne realizzato durante il periodo dell'amministrazione austriaca e oggi è una meta interessante per fare una passeggiata da Sutivan o Ložišća. Vicino al ponte, a nord del burrone si apre una splendida vista su Veliki dolac che si estende nella direzione della baia Vičja luka vicino a Bobovišća. Il burrone è anche un'ottima meta per lo free climbing (arrampicata libera) con più di trenta vie di arrampicata realizzate dai membri dello sport club SAXUM di Sutivan.

 

4960615072 789b1b2144 z

 

LOVREČINA

Lovrečina è un importante sito archeologico, situato in una baia vicino a Postira dove si possono trovare i resti dal periodo romano e anche dal periodo del primo cristianesimo. Ben conservati sono i resti della chiesa cristiana nella quale si trova una fonte battesimale a forma di croce con una sovrastruttura molto particolare, unica di questo tipo in Dalmazia. In questa baia si trova anche una bella spiaggia sabbiosa, ideale per il picigin (un'attivita sportiva tipica per questa zona)e un ristorante/bar.

 

rsz 144858

 

LA GROTTA DI KOPAČINA

La grotta di Kopačina è un sito archeologico molto interessante che risale al periodo preistorico. È raggiungibile a piedi; circa 20 minuti a Nord Ovest di Donji Humac. In questo periodo, una fonte d'acqua esisteva vicino alla grotta, ma fu coperta quando il pozzo del villaggio fu scavato. Questa grotta di 12 metri di lunghezza è divisa in due camere. L'importanza della grotta è nelle numerose tracce dell'uomo preistorico come i numerosi manufatti di pietra e le ossa umane che appartengono all'Età della pietra (il mesolitico). La grotta fu abitata nel periodo da 8000 anni a.C. a 3000 anni a.C. ed è il più vecchio insediamento umano in Dalmazia e uno dei più vecchi di tutte le isole dell'Adriatico.

 

zmajeva-spilja-6

 

LA GROTTA DEL DRAGO

La grotta e i rilievi sono il monumento della vita monastica dei sacerdoti glagoliti del XV secolo. La grotta è interessante perché proprio qui viene riconciliata la cultura pagana con il cristianesimo. In questo posto fu scoperto il messale glagolitico croato del 1483, oggi conservato nel Museo domenicano a Bol. Gli elementi della mitologia slava conservati nella grotta raccontano la storia delle fate, del lupo mannaro, delle streghe e di un abitante strano della grotta; gigante senza un occhio, chiamato Orkomarino. Visitando la Grotta del drago si entra in un mondo misterioso e affascinante.

 

rsz zmajeva spilja

 

IL MUSEO DELL'ISOLA DI BRAČ

Il Museo dell'isola di Brač si trova a Škrip, l'insediamento più antico dell'isola, abitato già da circa 5000 anni, con un ricco patrimonio culturale. L'origine del nome Škrip risale alla parola latina scrupus che si riferisce alle enormi pietra scavate nelle cave romane. Tra le abitazioni circondate in parte dagli edifici illirici, il mausoleo romano e la roccaforte croata, si può trovare una ricca collezione di monumenti e sculture in pietra, che risalgono al periodo romano, tardo antico e altomedievale, come, ad esempio, l’immagine di Ercole, i ritrovamenti di Mirje, e una copia dell‘architrave di Povlja. Nelle altre sale, si può ammirare la collezione etnografica con oggetti che rimandano alle tradizioni dell'isola legate all'agricoltura, alla pastorizia e all'estrazione della pietra e anche mobili di grande valore. Sopra il mausoleo romano spicca la torre Radojković, costruita nel XVI secolo, durante le guerre tra Veneziani e Turchi. Nella torre potete ammirare una ricca collezione di fotografie, armi e documenti che testimoniano del movimento antifascista sull'isola di Brač nel periodo della Seconda Guerra Mondiale.

 

rsz muzej otoka braca

 

GASTRONOMIA

Quando arrivate sull'isola potete assaggiare il cibo tipico di Brač; i fichi secchi, la carruba, le mandrole o piatti tradizionali dalmati come pesce, frutti di mare, olio di oliva, pasta, frutta e verdura fresca. Le specialita di Brač includono anche gli agnelli e capretti che non hanno ancora pascolato le erbe aromatiche ma sono stati soltanto allattati. Questi piatti sono noti già dai tempi antichi, e “vitalac” è uno specialmente apprezzato; il fegato d’agnello allo spiedo avvolto nell’intestino. Altre specialità includono il “butalac”- riempita coscia d’agnello (preparata con le erbe aromatiche e bagnata con il vino), “tingul” d’agnello ( la carne d’agnello in umido) e tante altre. Bisogna assaggiare anche il formaggio di Brač e il famoso vino “plavac”, bevuto sull’isola dai tempi antichi.

Per assagiare tutte queste specialità, potete visitare le taverne Kopačina, Ranjak o Gažul.

 

  • 10410
  • gastro_ponuda_krtalic
  • maslinovo-ulje-brac
  • maslinovo-ulje-supetar-brac-domaca-proizvodnja-slika-18072949
  • prsut_sir
  • riba_skampi_hrana
  • rsz_copy-of-bracka-vecer2_1
  • rsz_crno-bijelo-vino-rakija-primorskoga-doca-slika-1049061

 

VITA NOTTURNA

Dopo il tramonto, a soli 6 km da Sutivan, la strada principale di Supetar diventa il posto centrale, se volete soltanto passeggiare o sedersi in uno dei ristoranti o bar con musica che vi invita a ballare. Tra i bar più popolari sono; disco-bar Havana, Roso bar, cocktail bar Benny’s, disco-bar Thriller e Mosquito bar.

Bisogna menzionare anche il Supetar Super fim festival a luglio e Voi’Sa festival ad agosto.

 

  • rsz_37556_111022212282589_1338723_n
  • rsz_38185_141109062582770_5347201_n
  • rsz_400551_10150524528859637_816786384_n
  • rsz_487663_10150845224812824_1032719979_n
  • rsz_528158_409619002422907_1338807240_n
  • rsz_533129_10150845220867824_145377493_n
  • rsz_img_0238


GALLERIA DI FOTO


  • 1927_sightseeingvidovagorabrac_1274950432
  • 20120404101734
  • 20204959
  • 4959355484_f0a2810c0b_z
  • Mjesto-Pucisca-na-otoku-Brac-295_1294946450
  • bol-beach-september
  • bol-brac-eu_0011_v
  • bol-stivan_6
  • kolac_stijena
  • masline_v
  • rsz_4_murvica_-_bol_-_island_of_brac_4
  • rsz_547914_420835057961191_382008534_n
  • rsz_brac-12
  • rsz_brac-zlatni-rat-006
  • rsz_otok-brac
  • skrip
  • sutivan_0006_v